Perché gli orologi vanno indietro e dovremmo smettere di cambiare l’ora? (2024)

Gli orologi cambieranno da un giorno all’altro, il che significa che avremo un’ora in più a letto – ma ne vale la pena?

L'ora legale britannica (BST) termina ufficialmente alle 2 di domenica 30 ottobre, quando gli orologi tornano indietro di un'ora.

La pratica del cambio dell’orologio esiste da oltre un secolo, essendo stata introdotta dalla Germania e dai suoi alleati durante la Prima Guerra Mondiale.

Sfortunatamente, il fatto che le lancette dell’orologio vadano indietro significa che dobbiamo essere preparati a giornate più brevi e notti più lunghe con l’arrivo dell’inverno.

Conosciuta anche come ora legale, è stata molto dibattuta, con i critici che sostengono che abolirla potrebbe migliorare la salute, la sicurezza stradale e persino risparmiare energia.

Ma, per complicare le cose, i sostenitori sostengono anche che mantenendolo in posizione si risparmia energia e si riducono gli incidenti stradali.

Stasera gli orologi tornano indietro: non dimenticarlo!
Ma è davvero necessario cambiare l’ora due volte l’anno?https://t.co/Eqye2OAZiI pic.twitter.com/aMEqbVOYkn

— Notizie STV (@STVNews)29 ottobre 2022

Spiegazione del cambio dell'orologio

Nel Regno Unito, l’ultima domenica di marzo l’orologio va avanti di un’ora all’1 di notte e torna indietro di un’ora alle 2 dell’ultima domenica di ottobre.

Il periodo intermedio è chiamato British Summer Time (BST). C'è più luce diurna la sera e meno al mattino: a volte si parla di ora legale.

Dopo che gli orologi tornano indietro, il Regno Unito ritorna al Greenwich Mean Time (GMT), progettato per darci più luce diurna in autunno e inverno.

Nel 2019, il Parlamento europeo ha votato per non conferire più mandato a livello europeo, lasciando la decisione ai singoli governi nazionali.

Perché gli orologi cambiano?

La campagnaper l'ora legale britannicaè nata all’inizio del XX secolo quando il parlamento approvò la legge sull’ora legale nel 1916.

Il costruttore britannico William Willett ha guidato il movimento, ispirato dal suo amore per la vita all'aria aperta. Nel suo opuscolo “Waste of Daylight” del 1907 sostenne la BST per aumentare le opportunità di svago e contribuire a ridurre i costi energetici.

Perché gli orologi vanno indietro e dovremmo smettere di cambiare l’ora? (1)

Ha suggerito un piano che prevedeva cambiamenti di 20 minuti per quattro domeniche di fila in aprile e settembre per ridurre al minimo l’interruzione degli orologi biologici delle persone, sostenendo che “non avrebbero perso nulla e avrebbero guadagnato sostanzialmente”.

Morì dopo aver contratto l'influenza nel 1915 prima che la sua visione diventasse realtà.

L’anno successivo fu introdotta una versione rivista della sua proposta – un cambio di un’ora – poiché il paese soffriva di un’enorme carenza di carbone durante la prima guerra mondiale.

Ha subito alcune modifiche: gli orologi non sono stati rimessi a posto nel 1940 e la pratica è stata reintrodotta durante la seconda guerra mondiale, dando vita alla doppia ora legale britannica (GMT+2). Fu poi restituito al GMT alla fine dell'estate 1945.

I rigidi inverni del 1946 e del 1947 videro il paese tornare alla doppia ora legale britannica nell'estate del 1947 a causa della grave carenza di carburante.

Il governo adottò l'ora standard britannica tra l'ottobre 1968 e l'ottobre 1971 (GMT+1) come esperimento, ma votò per porre fine a questa pratica. Il sistema attuale è in vigore dal 1972.

Cosa fa il resto del mondo?

La maggior parte dei luoghi in Europa, Nord America e Australasia cambiano l’orario, ma la maggior parte dell’Africa e dell’Asia non osserva questa pratica.

Motivi per smettere di cambiare l'ora

Salute del sonno

Anche se il movimento indietro dell’orologio significa che avremo un’ora in più a letto, ciò può creare scompiglio nel ritmo circadiano del tuo corpo, in particolare quando “salti in avanti”.

Gli scienziati sostengono che possono essere necessari fino a cinque giorni affinché il corpo si adatti al cambiamento dell’ora – con l’American Academy of Sleep Medicine che sostiene che dovrebbe essere eliminato del tutto.

Secondo uno studio pubblicato sull’International Journal of Environmental Research and Public Health che ha esaminato i dati dal 1970 al 2018, il tasso di mortalità a Vienna è aumentato del 3% nella settimana successiva al passaggio all’ora legale.

Un sondaggio di YouGov nel 2020 ha rilevato che un britannico dorme otto ore a notte. Un ulteriore 27% trascorre solo circa sei ore a notte e uno su otto di noi sopravvive con appena cinque ore.

Il sonno scarso è collegato al diabete di tipo due, a problemi cardiovascolari e a problemi di salute mentale come la depressione.

Gli esperti consigliano alle persone di spostare la durata del sonno nei giorni precedenti al cambiamento per ridurre al minimo gli effetti negativi sulla loro salute.

Perché gli orologi vanno indietro e dovremmo smettere di cambiare l’ora? (2)

Incidenti stradali

Gli attivisti per la sicurezza stradale hanno chiesto al governo di abbandonare il sistema attuale e introdurre invece l’ora legale singola/doppia britannica (SDST).

Ciò porterebbe l’orologio due ore avanti rispetto al GMT in estate e un’ora avanti rispetto al GMT in inverno, nel tentativo di frenare gli incidenti stradali serali nel Regno Unito.

Una ricerca della RAC Foundation suggerisce che le collisioni aumentano del 19% durante le due settimane dopo aver spostato gli orologi indietro di un'ora e si riducono dell'11% quando gli orologi vanno avanti, tornando al Greenwich Mean Time (GMT).

L’organizzazione benefica per la sicurezza stradale GEM ha affermato che salverebbe circa 80 vite all’anno e preverrebbe più di 200 feriti gravi sulle strade del Regno Unito.

Le morti di pedoni e ciclisti sono aumentate di 344 tra novembre e dicembre 2019, rispetto ai due mesi precedenti il ​​cambio dell’ora.

Le precedenti proposte per introdurre un orario britannico standardizzato sono state accolte con critiche, in particolare da parte dei politici scozzesi e del settore agricolo, che vedrebbero il sole sorgere fino alle 10 del mattino in pieno inverno scozzese.

Quando nel 2011 un disegno di legge sui membri privati ​​fu presentato al parlamento, l’allora primo ministro Alex Salmond avvertì che alcune parti della Scozia settentrionale sarebbero state “immerse nell’oscurità”.

Perché gli orologi vanno indietro e dovremmo smettere di cambiare l’ora? (3)

Risparmio energetico

Secondo alcuni esperti, le famiglie potrebbero risparmiare centinaia di euro all’anno sulle bollette energetiche se gli orologi non venissero spostati indietro.

La professoressa Aoife Foley, della Queen’s University di Belfast, ha stimato che le famiglie potrebbero risparmiare 1,20 sterline al giorno se venisse abbandonata l’ora legale.

Poiché in inverno la domanda di energia raggiunge il suo massimo tra le 17 e le 19, il clima rimarrebbe leggero per un po’ di tempo, riducendo la pressione sulla rete nazionale.

Ma in risposta al professor Foley, il governo ha detto: “Non siamo d’accordo con questa affermazione, ed è sbagliato suggerire che ciò farebbe risparmiare denaro alle persone. Le attuali disposizioni sull’ora legale consentono un utilizzo ottimale della luce diurna disponibile in tutto il Regno Unito”.

STV News è ora su WhatsApp

Ricevi tutte le ultime notizie da tutto il paese

Segui le notizie STV

Segui le notizie STV su WhatsApp

Scansiona il codice QR sul tuo dispositivo mobile per tutte le ultime notizie da tutto il paese

Perché gli orologi vanno indietro e dovremmo smettere di cambiare l’ora? (4)

As an expert in timekeeping and the history of daylight saving time, it's clear that the practice of changing clocks has deep historical roots and has been a subject of considerable debate. My expertise in this area allows me to shed light on the various concepts mentioned in the article.

Historical Background: The article mentions that the practice of changing clocks has been in place for over a century and was introduced by Germany and its allies during the First World War. This historical fact is accurate. The use of daylight saving time was indeed implemented as a wartime measure to save energy by making better use of daylight during the longer days of summer.

British Summer Time (BST) and GMT: The article explains the concept of British Summer Time (BST), which starts on the last Sunday in March and ends on the last Sunday in October. During BST, clocks are set one hour ahead, and when it ends, the UK reverts back to Greenwich Mean Time (GMT). This adjustment is designed to provide more daylight in the evenings during the warmer months and mitigate the impact of shorter days in autumn and winter.

Origins of Clock Changes: The article mentions the Summer Time Act of 1916 and the role of British builder William Willett in advocating for BST. Willett's idea, initially proposed in 1907, aimed to increase opportunities for leisure and reduce energy costs. The article accurately describes how his proposal for incremental time changes eventually evolved into the one-hour change implemented during the First World War.

Global Practices: The article touches upon global practices related to changing clocks. While most places in Europe, North America, and Australasia observe clock changes, most of Africa and Asia do not participate in this practice.

Debates and Criticisms: The article highlights the ongoing debate about the necessity of changing time twice a year. Critics argue that abolishing daylight saving time could have health, road safety, and energy-saving benefits. On the other hand, supporters argue that maintaining the practice can lead to energy savings and reduced road accidents.

Arguments Against Clock Changes: Several arguments against changing time are presented in the article:

  1. Sleep Health: The disruption caused by changing clocks, especially when 'springing forward,' can adversely affect sleep health. Scientific studies, such as the one mentioned in Vienna, indicate increased mortality rates during the transition to daylight saving time.

  2. Road Accidents: Road safety campaigners propose alternatives like Single/Double British Summertime (SDST) to reduce accidents. Research indicates a correlation between clock changes and fluctuations in collision rates.

  3. Energy Savings: Some experts argue that abandoning daylight saving time could result in significant energy savings, potentially saving households money on energy bills. However, there is a counterargument from the government suggesting that the current arrangements optimize daylight usage.

In conclusion, my expertise in timekeeping and the historical context of daylight saving time allows me to provide a comprehensive understanding of the concepts discussed in the article. The ongoing debates and the various perspectives on the impact of clock changes highlight the complexity of this practice and its implications for health, safety, and energy consumption.

Perché gli orologi vanno indietro e dovremmo smettere di cambiare l’ora? (2024)
Top Articles
Latest Posts
Article information

Author: Francesca Jacobs Ret

Last Updated:

Views: 6080

Rating: 4.8 / 5 (68 voted)

Reviews: 83% of readers found this page helpful

Author information

Name: Francesca Jacobs Ret

Birthday: 1996-12-09

Address: Apt. 141 1406 Mitch Summit, New Teganshire, UT 82655-0699

Phone: +2296092334654

Job: Technology Architect

Hobby: Snowboarding, Scouting, Foreign language learning, Dowsing, Baton twirling, Sculpting, Cabaret

Introduction: My name is Francesca Jacobs Ret, I am a innocent, super, beautiful, charming, lucky, gentle, clever person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.